Yogurt per l’omega 3a

Non sempre si riescono ad assumere una corretta quantità di acidi grassi essenziali come gli omega-3. Quantità che servirebbe per migliorare la salute generale e, più in particolare, quella cardiovascolare. Questo tipo di acidi grassi si trova in particolare nel pesce. Tuttavia, non sempre si riesce a mangiare pesce, per diversi motivi. Questi possono essere difficoltà di reperire questo genere di alimenti, difficoltà economiche e non ultimo, scelte di vita o etiche.

Nel caso, ci sono sempre le capsule, anche in questo caso però non tutti possono assumerle. Una possibile risoluzione al problema arriva dal suggerimento offerto dagli scienziati della Virginia Tech (Virginia Polytechnic Institute and State University), i quali hanno mostrato con un ricerca che un cibo perfetto per veicolare gli omega-3 è lo yogurt.

«La popolarità internazionale dello yogurt e le proprietà di promozione della salute con probiotici, Sali minerali, vitamine, proteine del latte suggeriscono che lo yogurt potrebbe essere un ottimo veicolo per la fornitura di acidi grassi n-3 – secondo Susan E. Duncan, professore e Direttore del Macromolecular Interfaces with Life Sciences Program, Food Science and Technology, Virginia Tech – Le recenti varieta' di sapori esotici dello yogurt forniscono opportunità di innovazione. Abbiamo testato diversi livelli di olio di pesce in uno yogurt aromatizzato al peperoncino e lime, e abbiamo scoperto che una concentrazione dell’1 percento di olio di pesce, che fornisce più della dose giornaliera raccomandata, potrebbe essere ammissibile per una grande percentuale della popolazione generale, e ha un mercato potenziale tra i consumatori più attenti alla salute e alla nutrizione».

I ricercatori, per valutare l’apprezzamento da parte delle persone di uno yogurt dal gusto salato piuttosto che dolce, hanno così condotto una ricerca preliminare utilizzando questo prototipo di yogurt aromatizzato al peperoncino e lime. I risultati dello studio sono stato pubblicati sul Journal of Dairy Science, e indicano che non tutti i partecipanti allo studio, diviso in due fasi, apprezzavano il gusto prodotto dalla combinazione del peperoncino e gli acidi grassi omega-3, specialmente quando dovevano assaggiare i campioni contenenti gli omega-3 ossidati – che pare abbiano un sapore molto accentuato di pesce.

«L’Innovazione in un aroma amaro-salato in combinazione con le potenti funzionalità salutari degli acidi grassi n-3 acidi e le componenti del latte è di interesse per un ampio segmento della popolazione consapevole e attenta circa la salute e la nutrizione. Per queste persone esiste un potenziale mercato», ha concluso la professoressa Duncan. Potrebbe quindi essere possibile che, tra qualche tempo, si possano trovare nei reparti frigo dei supermercati degli yogurt salati al gusto “pesce”, o forse meglio camuffato con altri sapori, anche se non propriamente dolci come da abitudine.

Fonte: I Like Italy
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati