Arancia Rossa contro l’obesità

La recente scoperta che le arance rosse inibiscono l´accumulo di grasso ha suscitato molta curiosità nei media, grazie anche al workshop organizzato sotto il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole il 10 febbraio a Roma, cui hanno partecipato esperti, ricercatori e nutrizionisti. Niente di più vero! Lo studio ha sperimentato l’effetto del consumo del succo di arancia rossa sull’obesità. In particolare, ha preso in esame la varietà Moro di arancia rossa caratterizzata da un alto contenuto in antocianine, pigmenti blu e rosso scuro conosciuti per il loro potere antiossidante e la loro specifica attività inibitoria dell´ accumulo di trigliceridi nelle cellule adipose.

I risultati rivelano che il consumo di succo di arancia Moro inibisce l’aumento di peso corporeo e dei depositi di grasso. L´ effetto anti-obesità del succo di arancia Moro è stato di gran lunga più efficace che non quello del succo di arancia biondo (non ricco in antocianine) ma anche della somministrazione di antocianine purificate. Tali risultati dimostrano il potenziale anti-obesità del consumo di arancia Moro nel modello sperimentale del topo da laboratorio e suggeriscono che la particolare composizione della varietà Moro contribuisce significativamente agli effetti benefici delle antocianine.

Due precisazioni sono d´obbligo. La prima è che quando si parla di “succo” si intende succo fresco, appena spremuto dal frutto fresco (ricordiamo che adeguatamente conservato in frigorifero il succo spremuto fresco conserva per 48 ore le sue proprietà).

La seconda è che lo studio non ha considerato le antocianine come unico principio attivo nell’azione anti-obesità. Nella conclusione dello studio,infatti, ciò viene messo in risalto molto chiaramente: “Moro juice anti-obesity effect on fat accumulation cannot be explained only by its anthocyanin content. Our findings suggest that multiple components present in the Moro orange juice might act synergistically to inhibit fat accumulation” : ( “L’effetto anti-obesità sull’accumulo dei grassi del succo d’arancia Moro non si spiega soltanto con il contenuto di antocianine presente nel frutto. Le nostre scoperte suggeriscono l’azione sinergica di molteplici componenti dell’arancia Moro in grado di inibire l’accumulo di grasso”.)

La scoperta è stata pubblicata dal Journal of Obesity in anteprima online il 22 dicembre 2009. Gli studi sono stati effettuati presso l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano da un pool coordinato dal Dr. Marco Giorgio e costituito dalle Dr.sse Lucilla Titta e Mirella Trinei e dal Dr. Massimo Stendardo del dipartimento di Oncologia Sperimentale dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano diretto da PierGiuseppe Pelicci. Hanno collaborato inoltre i Dr.i Giuseppe Reforgiato Recupero e Paolo Rapisarda del centro di Agrumicultura di Acireale, i dipartimenti di Scienze dell´Alimentazione e Microbiologia e il dipartimento di Scienze Biomolecolari e Bioteconologia dell Università di Milano.

Fonte: TAR
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati