Ciliegie: buone e sane

Le ciliegie stanno maturando sugli alberi e questo è proprio il momento migliore per gustarsele. E c'è un tipo di ciliegia che dovremmo prendere in considerazione per la nostra salute: cresce spontaneo, è considerato il “parente povero” delle ciliegie classiche, e si chiama visciola. E proprio questa specie è stata ritenuta dagli scienziati tutt’altro che “povera”, anzi… è il tipo di ciliegia con il più alto contenuto di sostanze antinfiammatorie che possono essere molto utili nel combattere proprio l’infiammazione del corpo e i dolori – in particolare quelli dovuti a osteoartrite e artrosi.

Le visciole hanno il «più alto contenuto di sostanze antinfiammatorie di qualsiasi cibo – commenta la dottoressa Kerry Kuehl dell’Oregon Health and Science University – Con milioni di persone alla ricerca di modi per gestire in modo naturale il dolore, c’è la promessa che le visciole possono aiutare, senza gli effetti collaterali spesso associati con i farmaci per l’artrite».

Lo studio dei ricercatori della OHSU è stato presentato durante l’American College of Sports Medicine Conference (ACSM) che si tiene a San Francisco dal 29 maggio al 2 giugno 2012. Ed è stato condotto su 20 donne di età compresa tra i 40 e i 70 anni, tutte affette da artrosi infiammatoria. Le partecipanti sono state invitate a bere del succo di visciola due volte al giorno per tre settimane, per poi essere sottoposte a indagine per valutare se e come l’assunzione del succo avesse sortito qualche effetto.

I risultati hanno mostrato che vi erano significative riduzioni degli importanti marker dell’infiammazione. Gli effetti si sono mostrati più evidenti nelle donne che avevano i più alti livelli di infiammazione all’inizio dello studio. L’autore principale dello studio, dottoressa Kuehl, ha dichiarato di essere «incuriosita dal potenziale di un vero alimento nell’offrire un potente beneficio antinfiammatorio, soprattutto per gli adulti attivi».

I livelli di antiossidanti contenuti in questo tipo di ciliegia pertanto si mostrano come una soluzione naturale e gradevole per combattere i dolori causati, in questo caso preso in oggetto dallo studio, dall’artrite da usura delle articolazioni che è spesso causa di lesioni e dolori anche molto forti. La capacità antiossidante e antinfiammatoria delle visciole è stata paragonata agli effetti di ben più noti farmaci antidolorifici. Già precedenti studi avevano suggerito come le visciole fossero un alimento funzionale con molte proprietà benefiche. In particolare, uno studio della Università degli Studi di Medicina Integrativa del Michigan, e di cui abbiamo dato notizia, suggeriva che le ciliegie possono «offrire vantaggi come la riduzione dei fattori di rischio per le malattie cardiache e l’infiammazione». Insomma, non lasciamoci sfuggire l’occasione di assaporare un bel po’ di rosse e dolci ciliegie.

Fonte: La Stampa
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati