Origini delle orecchiette

Le orecchiette sono un tipo di pasta tipico della regione Puglia e Basilicata, la cui forma è approssimativamente quella di piccole orecchie - come citato da Wikipedia - da cui deriva appunto il nome.

Sono grandi quanto un dito: il pollice che infatti viene utilizzato dalle produttrici per ricavarne la parte incavata. Ci sono diverse varianti nella forma e nell'impasto a seconda del posto ogni orecchietta assume una caratteristica. In ogni caso si realizzano utilizzando esclusivamente farina di grano duro, acqua e sale. Il compagno ideale dell'orecchietta, per i pugliesi sono le cime di rapa, ed è anche "l'icona" del capoluogo di provincia.

Le origini delle orecchiette non sono da ricercarsi nella zona provenzale francese, dove fin dal lontano Medioevo si produceva una pasta simile utilizzando il grano duro del sud della Francia. Si trattava di una pasta molto spessa e a forma di dischi, incavata al centro mediante la pressione del dito pollice: questa forma particolare ne facilitava l'essiccazione, e quindi la conservazione per fronteggiare i periodi di carestia. Solo successivamente sarebbero state diffuse in tutta la Basilicata e la Puglia con il loro nome attuale dagli Angioini, dinastia che nel Duecento dominava le terre delle regioni.

Sono stati anche fatti degli studi sull'orecchietta: si è infatti dimostrato che le orecchiette avrebbero avuto origine nel territorio di Sannicandro di Bari, durante la dominazione normanno-sveva, tra il XII e il XIII secolo.

Fonte: Go Bari
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati