La dieta dei due giorni

Potrebbe essere una soluzione per quanti non riescono a stare a dieta per più di due giorni: secondo un recente studio inglese una dieta intermittente (con restrizione di carboidrati solo due giorni a settimana e alimentazione spontanea seppur moderata negli altri giorni) apporterebbe maggiori benefici di una dieta continuativa, in cui il regime calorico è controllato quotidianamente.

Nello studio, un terzo delle donne sono state a dieta di tipo mediterraneo con calorie limitate a circa 1.500 al giorno. Un secondo gruppo ha mangiato normalmente la maggior parte del tempo, ma due giorni alla settimana ha eliminato i carboidrati e ridotto le calorie (- 650) solo in qui due giorni. Il terzo gruppo ha eliminato i carboidrati due giorni alla settimana, ma senza restrizione calorica in quegli stessi due giorni.

Dopo quattro settimane, le donne dei gruppi della dieta intermittente avevano perso più peso - circa 4 chilogrammi - rispetto alle donne che mangiavano i pasti a basso contenuto calorico tutti i giorni della settimana - circa 2,5 chili.

Le donne nei gruppi a dieta intermittente avevano anche miglioramenti, rispetto a quelle a dieta quotidiana, nei livelli di ormoni - insulina e leptina - collegati peraltro con il rischio di cancro al seno.

Da provare anche a casa, ha detto la stessa autrice Dr Michelle Harvie.

Fonte: Benessereblog
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati