Spa e Benessere in Emilia Romagna

Immergersi in piscine calde di acqua termale, farsi accarezzare da idromassaggi agli oli essenziali esotici, purificarsi con un bagno di vapore aromatico, coccolare la pelle con fanghi vellutati, sono alcuni degli ingredienti della vacanza salute e benessere nei ventisei centri dell’Emilia Romagna.

Segni particolari: trattamenti e personale medico specializzato di altissimo livello. Il tutto coniugato con la simpatia tipica di questo territorio. Ma soprattutto un soggiorno qui alle Terme è una vacanza salute dagli effetti terapeutici verificati, da non confondere con un soggiorno nei tanti centri benessere o estetici. Le Terme dell’Emilia Romagna hanno poi qualcosa di più, perché sono anche vere e proprie destinazioni turistiche. Nel territorio dove l’ospitalità è un culto, ci sono sempre mille cose da fare: visite alle città d’arte, escursioni enogastronomiche, trekking nei parchi, tour dei castelli. Altro particolare importante: qui le cure dolci a base di acqua termale sono convenzionate con il SSN.

Ecco una breve panoramica dei luoghi. La località più conosciuta è senz’altro Salsomaggiore Terme (Pr), gioiello Liberty e Città della salute (ci sono stabilimenti, alberghi, strutture sportive). Qui si respirano profumi di Culatello, Prosciutto e di Parmigiano Reggiano. Ospita la finale di Miss Italia ed è al centro di due importanti itinerari: quello delle Terre Verdiane e quello dei Castelli del Ducato.

A Salsomaggiore c’è poi il Centro Termale Il Baistrocchi e due alberghi termali: il Grand Hotel Porro e l’Albergo Termale Valentini. Poco lontano, alle Terme di Tabiano (Pr) c’è, unico in Italia, il centro della voce, specializzato nell’educazione delle corde vocali e dell’emissione del suono, frequentato da attori, cantanti, insegnanti. A Montechiarugolo, a 10 Km da Parma, ecco le Terme di Monticelli (Pr) con tre piscine termali a temperatura differenziata. Sull’antica Via Francigena troviamo invece le Terme di S. Andrea Bagni (Pr): il bacino termale ha otto tipologie di acque curative. Sull’Appennino Reggiano ci sono le Terme di Cervarezza (Re), indicate per le cure inalatorie. A dieci minuti da Maranello, alle Terme della Salvarola (Mo), si può provare il percorso ayurvedico o il bagno di coppia immersi in una botte di mosto e acqua termale.

Anche Bologna ha una lunga tradizione termale. In città ci sono le Terme Felsinee, le Terme di San Luca, le Terme di San Petronio. A meno di un’ora dalla città, in mezzo alla natura dell’Appennino, ci sono le Terme di Porretta. Lungo la strada che porta in Romagna si incontra Castel San Pietro Terme e poco distante – siamo sempre sulle colline bolognesi - le Terme dell’Agriturismo a Monterenzio.

ERT
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati