La salute in un sorriso

Non sempre facciamo caso ai nostri denti se questi non ci causano particolari dolori o problemi estetici. Tuttavia, porre attenzione ai traumi di media o grande entità è d’obbligo. Secondo il dottor Vittorio Scornavacche, medico dentista di Torino: «i traumi sono più frequenti tra i 9 e i 24 mesi d’età, riconducibili alla deambulazione non corretta. E tra gli 8 e i 16 anni, durante i giochi di gruppo».

Questo significa che l’attenzione per la salute della bocca è importante sin dai primi mesi di vita. In età adulta, sembra tuttavia esserci un’evidenza inferiore circa i traumi riportati dalla letteratura scientifica. Quando però questi si verificano, continua Scornavacche, sono di gran lunga più seri, in particolare se si tratta di persone che praticano sport da contatto.

Se il trauma lieve provoca solo un’alterazione del colore, quello violento può causare un arresto dello sviluppo della radice, un’eruzione tardiva (se si tratta di bambini), fino ad arrivare a problemi di salute veri e propri. «Un trauma che interessa il volto e i denti può causare anche traumi a carico delle articolazioni temporomandibolari e della colonna vertebrale, quindi il paziente potrà essere sottoposto a trattamenti odontoiatrici, ortopedici, fisioterapici, chirurgici e a volte anche neurologici», spiega Scornavacche.

E’ di vitale importanza, perciò, recarsi quanto prima dal proprio dentista di fiducia per correggere tempestivamente i rapporti tra gli incisivi e le basi ossee per non arrivare, magari alcuni anni dopo, a dover rimediare in maniera poco efficace ai disturbi correlati che si verificano al resto del corpo. «Tra gli interventi possibili – continua Scornavacche – si può ricorrere al trattamento restaurativo, se si tratta di danni estetici alla corona, all’ortodonzia se il dente definitivo cresce mal posizionato, fino ad arrivare alla chirurgia in caso di malformazione del dente definitivo. In alcuni casi, invece, se occorrerà rimuovere totalmente il dente si interverrà con l’ortodonzia e l’implantologia». Insomma, la tempestività è d’obbligo. Se uno o più denti sono stati traumatizzati o fratturati, recatevi per un’analisi e un intervento immeditato. Risparmierete problemi futuri, tempo e, probabilmente, anche denaro.

Fonte: La Stampa
Segnala una news