Le virtù salutari della zucca

Prima virtù: il bassissimo contenuto calorico, perfetto per chi lotta contro l’ago della bilancia. Seconda virtù: i semi, una fonte preziosa, e a basso prezzo, di acidi grassi omega-3, gli stessi contenuti nel pesce azzurro. Terza virtù: le fibre. Quarta virtù: il colore, che mette allegria. Stiamo parlando della zucca, ortaggio di stagione super raccomandato. Il perché non può mancare sulle nostre tavole lo ha ricordato recentemente un pool di esperti sull’alimentazione. Eccoli.

Carlo Cannella, professore ordinario di scienza dell’alimentazione all’Università La Sapienza di Roma: «Ricca di potassio e povera di sodio, la zucca ha come fondamentale pregio il contenuto in caroteni, che funzionano come “estintori” dei radicali liberi responsabili dell’ossidazione e dell’invecchiamento dei tessuti.
Michele Carruba, direttore del Centro studi e ricerche sull’obesità dell’università Statale di Milano: «Si tratta di un ortaggio poco calorico e molto ricco di fibre. Proprietà che fanno della zucca un ottimo alleato della linea nonché del benessere intestinale, perché le fibre favoriscono lo svuotamento gastrico e la peristalsi dell’intestino».
Ciro Vestita, docente a contratto di fitoterapia e alimentazione alla Scuola superiore di studi universitari e perfezionamento Sant’Anna di Pisa: «La polpa ha davvero pochissime calorie. Per questa ragione si può consigliare la zucca a chi segue una dieta ipocalorica, ad esempio per “allungare” la pasta o il riso». Ma l’oro della zucca, «si nasconde nei semi: sono preziosi perché aggiungendoli per esempio a una minestra possono fornire la dose quotidiana corretta di acidi grassi omega-3, senza lasciare un intero stipendio nella bottega del pescivendolo. Già da tempo sappiamo che gli acidi grassi omega-3 contenuti in grande quantità nel pesce azzurro sono talmente importanti per la salute del sistema cardiovascolare da essere stati ribattezzati “acidi grassi salvacuore”. Gli studi scientifici più recenti su queste sostanze hanno dimostrato che anche tutti i semi oleosi - di lino, di girasole, ma anche di zucca - rappresentano un’ottima fonte di omega-3». Un consiglio: quando si compra una zucca è buona cosa prelevare i semi e metterli a essiccare sopra un panno asciutto. Così trattati si possono aprire e sgranocchiare come snack sano e ricco di sostanze benefiche.
Unica avvertenza: per lasciarne intatte tutte le proprietà della zucca, meglio non conservarla in frigorifero, poiché il freddo del frigo rischia di distruggere le sostanze più salutari del prodotto. L’ideale è comprarla piccola, dividerla in due e mettere la parte che non viene usata in un panno bagnato. Così, ricordano gli esperti, si manterrà bene per un paio di giorni.

Fonte: La Stampa
Segnala una news