Castello D’Albertis

Il castello si trova nella collina Montegalletto, una delle alture del quartiere genovese di Castelletto, a pochi chilometri dal centro storico. Ideato nell'Ottocento dal capitano Enrico Alberto D'Albertis che alla sua morte donò il suo castello e le sue collezioni alla città di Genova.

Questo museo conduce i visitatori in paesi lontani, proprio nei luoghi di viaggio del capitano, si attraversano collezioni etnografiche e archeologiche che vanno delle civiltà precolombiane del Centro e Sudamerica, agli indiani del Nord America, fino ad arrivare alle civiltà dell'Oceania e dell'Africa.

Spiccano le armi africane, le lance cinesi e le alabarde europee, ma anche i frammenti maya in tufo vulcanico provenienti dall'acropoli di Copán in Honduras e gli ornamenti messicani e aztechi. All'interno si trova anche il Museo delle musiche dei popoli, un'esposizione permanente di strumenti musicali, suoni, immagini, testi e video provenienti dai cinque continenti. Il museo propone durante tutto l'anno un programma di concerti, incontri con musicisti, stage, laboratori, spettacoli, mostre, e ascolti dal mondo e intorno al mondo.

Diverse sono le attività didattiche rivolte sia alle scolaresche, sia alle famiglie e anche ai diversamente abili. Il Castello D'Albertis aderisce a "OK! Tourism for All": la struttura e il percorso espositivo risultano accessibili ai disabili.

Fonte: Turismo in Liguria
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati