La Castagna

Il sapore della castagna, varia leggermente da una all'altra, è un pò dolce e certamente unico. Le ricette a base di castagna, sono un ritorno in cucina italiana, come parte della tendenza verso riscoperta di piatti tradizionali e una migliore alimentazione.

Il frutto è contenuta in una (molto pungente) riccio spinoso di 5-11 cm di diametro. Il riccio sono spesso accoppiati o raggruppati sul ramo e contengono 1-7 castagne in base alle diverse specie, varietà e coltivazione. Nel tempo che i frutti raggiungono la maturazione, il riccio cambia da giallo/verde a marrone e si apre in 2 o 4 sezioni. Possono rimanere sulla pianta più a lungo di quanto non tenere la frutta, e spesso quando arriva all'apertura totale rilascia che i frutti solo dopo essere caduta a terra.

Il frutto può essere sbucciato e mangiata crudo, ma può essere piuttosto astringente, soprattutto se la pellicina non viene rimosso. Un altro metodo di mangiare il frutto implica la tostatura, che non richiede il peeling. L' arrostimento necessita la segnatura con un coltello del frutto. Questo va fatto in anticipo la frutta in anticipo per prevenire l'espansione eccessiva e l' "esplosione" del frutto. Una volta cotto, la sua consistenza è simile a quella di una patata al forno, con un sapore delicato e dolce.

Le castagne possono essere essiccate e macinate in farina, e possono poi essere utilizzati per preparare pane, dolci, frittelle, pasta, o utilizzato come addensante per stufati, zuppe e salse. La farina può essere beige chiaro come quello di Castagniccia, o più scuro in altre regioni. Le castagne possono anche essere mangiate candite, bollite, al vapore, alla griglia, arrosto o in ricette dolci o salati. Esse possono essere utilizzati per farcire le verdure, pollame, cacciagione e altri commestibili. Sono disponibili fresche, essiccate, macinato o in scatola.

Fonte: Wikipedia
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati