50 giorni di Cinema a Firenze

50 giorni di cinema, 150 proiezioni, 9 festival, 7 eventi speciali e 50mila presenze registrate nelle precedenti edizioni. Sono questi i numeri della V edizione della “50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze”, che si terrà a Firenze dal 20 Ottobre al 9 Dicembre alla Casa del Cinema Odeon Firenze (Piazza Strozzi), organizzata da Fondazione Sistema Toscana Mediateca, in collaborazione con Regione Toscana, Provincia e Comune di Firenze.

La “50 giorni” è una vetrina di film da ogni parte del mondo: Francia, Spagna, Danimarca, Finlandia, Svizzera, India, Iran, Iraq, Uganda, Congo, Marocco, Portogallo, Italia, Corsica, Cina, Svezia, Germania, Stati Uniti d'America, Russia, Polonia, Kenia. La maratona filmica presenta festival che hanno solcato la storia del cinema e nuovi progetti che sorprendono non solo il pubblico italiano ma anche quello internazionale.

TUTTI I FESTIVAL

Si comincia con France Odeon (20 – 23 Ottobre), che porterà a Firenze il meglio della cinematografia francese di oggi, alla presenza dei suoi protagonisti. Si prosegue con Una Finestra sul Nord (28 – 29 Ottobre), sui film, i colori e la cultura della Finlandia. Una rassegna che si arricchirà della collaborazione con il festival di teatro Intercity Festival (25 e 26 Ottobre), anche questo dedicata ad Helsinki. Dal Nord lo sguardo passa al Sud, al cinema delle isole, la Corsica e la Sardegna (24 e 27 Ottobre), con un particolare omaggio alle sonorità tradizionali.
Gli fa eco Immagini and Suoni dal Mondo. Festival del film Etnomusicale (30/10 - 1/11), che animerà la Casa del Cinema di Firenze con film e documentari sulle musiche di etnie di paesi lontani. A mettere in luce il ruolo delle donne nel cinema, la nuova edizione del Festival Internazionale di Cinema e Donne (4 –9 Novembre), quest'anno con un titolo particolarmente significativo: “Il Valore e la Speranza”, che ben si collega con l'universo valoriale femminile. E poi il cinema del reale come strumento di indagine e conoscenza con la vetrina internazionale del Festival dei Popoli (12-19 Novembre) il festival di documentari più antico d'Europa, che approda alla 52esima edizione con uno sguardo attento ai giovani registi. I film di documentazione sulle arti contemporanee e film d'artista, selezionati nell'ambito della produzione internazionale più recente per la loro qualità e interesse del soggetto trattato, saranno il focus dello Schermo dell'Arte Film Festival (21 – 24 Novembre). Le diversità di genere, di orientamento sessuale - e le problematiche ad essa legate - saranno al centro del Florence Queer Festival (25/11 - 1/12), che con un variegato programma di cinema, musica, teatro ed eventi, farà sì che non si abbassi la guardia nei confronti di temi molto attuali e poco trattati dai media. E ancora una panoramica sui film indiani e sull'India con il River to River. Florence Indian Film Festival (2-8 Dicembre), che porta in primo piano protagonisti e stili di un paese dove il cinema è un fenomeno sociale, oltre che artistico e spettacolare.
Chiude la “50 Giorni” il 9 Dicembre il meglio del nuovo cinema italiano più apprezzato e votato negli Stati Uniti con il Premio NICE città di Firenze, che da oltre vent'anni ha un ruolo anticipatore su ciò che vedremo e sarà apprezzato anche a casa nostra. Tra gli eventi speciali, da segnalare lo sguardo al sociale, con il Terra di Tutti Film Festival del Cospe (2 Novembre) e il premio dei Raccorti Sociali di Cesvot (20 Novembre).

La rassegna di cinema africano, curata dall'Associaçao Angolana Njinga Mbande Kibaka (10 Novembre). Molta attesa, inoltre, per la seconda edizione fiorentina degli Italian Doc Screenings di Doc/It (16 – 19 Novembre), il più grande mercato italiano del cinema documentario, in grado di riunire a Firenze, in occasione del Festival dei Popoli, oltre 300 tra commissioning, editors, buyers e addetti ai lavori, ai quali seguiranno Stati Generali del Documentario in Toscana (26 Novembre) dell'Associazione Documentaristi Anonimi. Tutti i film, come di consueto alla Casa del Cinema Odeon Firenze, sono in lingua originale, sottotitolati in Italiano e in Inglese.

Fonte: Toscana
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati