Fiera internazionale del tartufo a Alba dall’8 ottobre

La città di Alba, considerata la capitale delle Langhe, terra di vini decisi e strutturati è anche la capitale italiana del Tartufo bianco. Ed è qui che da sabato 8 ottobre a domenica 13 novembre le strade dell'antico borgo si vestiranno a festa per ospitare l'81° Fiera Internazionale del Tartufo bianco. Il cuore pulsante della Fiera è il Mercato Mondiale del Tartufo, dove il visitatore incontra i commercianti di tartufo e dove può acquistare trifole certificate.

Tante, inoltre, le novità della manifestazione, a partire dai “sabati foodies”: laboratori di analisi sensoriale dove il pubblico potrà approfondire la conoscenza delle migliori eccellenze tipiche del territorio. All’appello non potevano mancare i ristoratori del “Truffle Club” che nell’ultima settimana di Novembre proporranno menu ispirati al connubio tra il tartufo bianco di Alba e la pasta secca.

Il Tartufo

Si dice tartufo e si pensa a un tubero, ma i botanici ammoniscono alla corretta definizione: fungo ipogeo! È un prodotto fresco, quindi necessita di conservazione in frigo, è deperibile e delicato. Alcune utili indicazioni:

Come si conserva In frigorifero avvolto in un panno umido e chiuso in un contenitore di vetro. Conviene consumarlo il prima possibile.
Come si pulisce Il Tartufo deve essere pulito con una spazzola sotto l’acqua fredda per asportare ogni grumo di terra. Quindi va asciugato con cura e consumato dopo alcuni minuti.
Come si serve Si utilizza l’apposito tagliatartufi, indispensabile per affettarlo a lamelle sottilissime. Più si regola fine la lama e più si esalta il profumo.
Come si mangia Il Tartufo Bianco è un condimento e non un ingrediente per cui si consuma crudo e mai cotto.

Fonte: Alessio Maurizi
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati