Bambini Precoci e Adulti Tardivi: l’Adolescenza Dilatata

Bambini che crescono troppo in fretta, giovani che tardano ad acquisire la propria autonomia e adulti che non vogliono invecchiare: è un dato di fatto, l’adolescenza si sta dilatando vertiginosamente. Il fenomeno sta prendendo piede, incentivato da richieste sociali pressanti e da una risonanza mediatica capace di stordire anche i più riluttanti a uniformarsi a tali diktat.

L’infanzia ha perso molte tutele: i bambini hanno accesso a contenuti carichi di violenza in tv, a materiali pornografici sul web, a chiacchierate con perfetti sconosciuti sui social network. L’età delle prime frequentazioni amorose e delle prime esperienze sessuali diventa sempre più precoce. i ragazzini delle elementari vestono come i fratelli maggiori, si trastullano con cellulari di ultima generazione e sono esperti delle nuove tecnologie. Festeggiano i compleanni in locali dedicati ai più piccoli, ma ispirati alle discoteche frequente dagli adulti. L’offerta ricreativa si sta unificando, omologando le diverse fasce d’età.

I giovani, dal canto loro, non sembrano propensi a compiere il salto di qualità che possa portarli a distaccarsi dal nido sicuro della famiglia d’origine. Complici la crisi economica e il precariato, i giovani adulti a cavallo fra i 25 e i 35 sono tendenzialmente reticenti ad andare a vivere da soli, ad assumere l’impegno e le responsabilità di un mutuo e della costituzione di un nuovo nucleo familiare. La prima gravidanza avviene sempre più tardivamente e, per un buon numero di donne, resta l’unica, facendo precipitare la natalità.

E poi ci sono le persone mature, quelle che inseguono un ossessivo ideale di giovinezza, determinate a non cedere il passo al tempo che scorre inclemente. Uomini in andropausa che si invaghiscono di ragazzine per avere conferma dell’agognata virilità. Donne che si atteggiano a teenager e scelgono un abbigliamento inopportuno e interventi estetici esasperati.

La fotografia del fenomeno sociologico dell’adolescenza dilatata è forse più triste che grottesca, perché ci racconta, eloquente, più le nostre paure che le nostre vanità. Il profondo senso di inadeguatezza che, sembra, avvelena ogni stagione della vita, mortificando particolarmente l’innocenza dell’infanzia e la saggezza della senilità.

Forse, in un qualche modo, tutte queste fasce d’età condividono dell’adolescenza la caratteristica peculiare: quella lotta eroica per l’acquisizione di un’identità e di valori in cui riconoscersi. Vero è che la tradizione, in passato, forniva dei punti di riferimento influenti, capaci di guidare ogni generazione nel conseguimento di obiettivi calibrati alla particolare fase di vita affrontata. Le libertà sono una conquista preziosa, a patto che se ne sappia fare un uso accorto. Oggi, il fatto che tutto sia consentito ci ha, in un certo senso, destrutturati, confusi, lasciati in balia della pressoché unanime aspirazione, tanto appetibile quanto deleteria, di poter vivere un’eterna giovinezza, illusoria vertigine di felicità. Questo livellamento dei desideri ci abbruttisce, solcandoci gli animi più di quanto qualsiasi ruga potrà mai solcarci i volti.

La vita è dinamica per definizione e i tentativi di ostacolare il suo corso hanno qualcosa di freudiano su cui dovremmo onestamente interrogarci. Opporre resistenza, strenua quanto vana, a quella che è una transizione naturale e ineluttabile, rende solo il processo più faticoso. Ogni età ha le sue ricchezze ed è solo riuscire ad accoglierle e ad apprezzarle che potrà renderci meno parodie di noi stessi, più persone e meno personaggi, più forti e meno intimiditi dall’idea dei cambiamenti.

Marzia VaccaroI Like Italy

Continua a Leggere:
* Con gli Occhi di un Bambino
* Le Nuove Dipendenze
* Super-Donne: Rilassatevi!
* Come Superare la Sindrome del Lunedì
* Amori Impossibili e Dolori Probabili: La Statistica dei Sentimenti Disperati
* L’Amore Appassionato Deve Essere Tormentato? Ancora sulla Statistica dei Sentimenti Disperati
* E Vivemmo Tutti … Invidiati e Contenti
* La Società Moderna: Annoiata di Se Stessa
* Carpe Diem: La Vita è Adesso
* Crisi come Opportunità: il Segreto della Felicità Interiore
* L’Umano Diritto alla Fragilità
* Nel Paese dei Pidocchi: l’Arte di Sopravvivere al Parassitismo
* Se Non Ora, Quando? Manuale di Sopravvivenza per Procrastinatori Incalliti – Parte 1
* Perché Mangiamo Senza Pensarci? L’Alimentazione Inconsapevole
* Elogio alla Lentezza: l’Arte di Mangiare Senza Fretta
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati