Le Origini della Pasta

La cucina Italiana fa parte dell'identità nazionale e la pasta è, senza dubbio, il suo orgoglio più grande. L'emigrazione degli Italiani ha diffuso ovunque questo prodotto tipico, ormai consumato in tutti i cinque continenti e diventato il simbolo per antonomasia dell'eccellenza gastronomica Italiana nel mondo.

La pasta è fatta con un semplice impasto di farina, acqua, sale e, talvolta, uova. Nel corso dei secoli, gli Italiani hanno inventato una miriade di formati e condimenti per esaltarne il sapore e l'aspetto. Oggi, ne esistono più di 600 diverse qualità prodotte in tutto il mondo.

A differenza di altri alimenti Italiani, come la pizza e salsa di pomodoro, che hanno una storia piuttosto recente, la pasta sembra vantare origini antiche, risalenti a molti secoli fa. Numerose leggende aleggiano intorno alla storia di questo cibo. Secondo una credenza di lunga data, la pasta sarebbe un'invenzione Cinese portata in Italia da Marco Polo nel 1279.
Tuttavia, sono stati ritrovati libri di ricette Italiane contenenti riferimenti a specialità a base di pasta, scritti più di 20 anni prima, indicando che la pasta era annoverata nel repertorio gastronomico del Bel Paese già prima del ritorno del mercante Veneziano. Inoltre, benché la dieta Cinese prevedesse già i noodles, un alimento all'apparenza molto simile agli spaghetti, è importante notare che questi non erano a base di grano duro. Pertanto, il celebre viaggiatore potrebbe aver, sì, assaggiato la pasta grazie ai Cinesi - una civiltà molto antica che, probabilmente, venne a conoscenza della ricetta molto presto - tuttavia, egli può semplicemente aver riscoperto un alimento che esisteva già, fin dai tempi degli Etruschi.

Esistono testimonianze risalenti al 1° secolo d.C. che documentano la preparazione in Italia Centrale di un cibo costituito da un composto di grano e uova. Tale ricetta prevedeva, però, la cottura in forno anziché la bollitura. Pertanto, benché questo antico piatto mostri qualche affinità con la pasta dei giorni nostri, non può esserne considerato con certezza l'antenato ufficiale. Inoltre, anche se certi archeologici hanno ritrovato incisioni in tombe Etrusche raffiguranti strumenti che avrebbero potuto essere impiegati per preparare la pasta, tali utensili potrebbero aver avuto ben altri usi. Non vi è, dunque, alcuna prova definitiva a sostenegno dell'ipotesi che siano stati gli Etruschi a ideare la pasta.

La teoria secondo cui la diffusione della pasta in Italia sia stata veicolata dall'invasione da parte degli Arabi in Sicilia nell'Ottavo secolo resta, così, forse la più accreditata. Un alimento a base di farina a forma di strisce era prodotto in grande quantità nella città di Palermo, allora colonia Araba.

E' interessante notare che inizialmente la pasta era un lusso sulle tavole degli Italiani. In seguito, con l’invenzione di una grande macchina per la pasta, I pastifici furono finalmente in grado di produrre in serie il prodotto principe del Belpaese, diffondendolo in tutta la penisola e all’estero. Negli anni, la pasta è diventato un alimento di largo consumo per tutte le famiglie. Nel XIV secolo la pasta secca era molto popolare per la sue proprietà nutrizionali e la sua lunga durata di conservazione, che la rendeva ideale per i lunghi viaggi in nave.
Il successivo grande progresso nella storia della pasta avvenne nel1800, quando la pasta incontrò i pomodori.
Alla fine del XIX secolo, la pasta fu portata negli Stati Uniti, con la massiccia emigrazione della popolazione Italiana nel Nuovo Mondo, in cerca di fortuna. Da allora, gli spaghetti alla bolognese, le lasagne e molte altre varietà di pasta sono diventati parte integrante della dieta Americana.

Qualunque sia stata l'origine della pasta, non vi è dubbio che i cuochi Italiani ne hanno elaborato la preparazione, trasformandola nel piatto nutriente, versatile e amato che ben conosciamo. Una cosa è certa: per controverso che sia il passato di questa specialità, il suo destino sarà quello di restare a lungo a deliziare le nostre tavole.

Marzia Vaccaro - I Like Italy

Continua a Leggere:
* I Sapori Intensi della Toscana: il Cacciucco alla Livornese
* Antiche Specialità di Sicilia: i Cannoli alla Ricotta
* Il Gusto è Servito: Il Pesto alla Genovese
* Il Ragù alla Bolognese: il Condimento Italiano più Celebrato nel Mondo
* Il Miele Incontra il Pecorino: Le Sebadas Sarde
* Tutto Sul Tartufo: Origini, Classificazione e Virtù Afrodisiache. Ecco a Voi L’Aroma della Sensualità
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati