Trieste: città di confine

Il centro storico offre molte testimonianze di storia e arte tra cui l’Arco Riccardo e il teatro romano, la trecentesca cattedrale di San Giusto, ornata con mosaici e il castello di San Giusto. Un fascino particolare emana Piazza dell’Unità d’Italia, di chiara impronta viennese, circondata su tre lati da palazzi neoclassici, mentre il quarto lato si apre sul mare. Con i suoi monumenti risalenti a diverse epoche, gli storici caffè che in passato sono stati luoghi di ritrovo di letterati e scrittori, il porto e le imponenti architetture in stile liberty, Trieste è una città ricca di suggestioni. Da non perdere l’imponente Faro della Vittoria che si innalza sul colle Gretta, monumento moderno in pietra bianca di Orsera, dedicato ai caduti della Prima Guerra mondiale.
Un percorso panoramico unico offre lo storico tram di Opicina, che collega il centro di Trieste con la località Villa Opicina, arrampicandosi sull’altopiano carsico tra suggestivi dislivelli, con una vista sempre più ampia sul golfo e la città. Lungo la costa si possono ammirare tre antichi castelli, tutti situati in magnifiche posizioni panoramiche: il castello di Duino, circondato da un ampio parco con terrazze e viali, lo splendido castello di Miramare in pietra bianca d’Istria che si staglia sull’azzurro del mare nei dintorni di Trieste e infine il castello di Muggia, pittoresca cittadina, situata nel territorio italiano dell’Istria e affacciata sul mare.
Muggia rivela ai suoi visitatori molte altre sorprese: un centro storico di chiara impronta veneziana con calli e campielli, un magnifico duomo e pregevoli palazzi. E’ inoltre una rinomata località turistica, l’ideale per una vacanza rilassante al mare, insieme al vicino Porto San Rocco, porto turistico moderno e dotato di ogni comfort. Altre incantevoli destinazioni balneari sono Baia Sistiana, considerata una delle migliori spiagge della costa triestina e Duino con scogli e rocce che scendono ripidi nel mare.
Tra le molteplici e suggestive attrattive di tipo naturalistico, da non perdere la visita della splendida Grotta Gigante, la più grande grotta ipogea carsica, ricca di fantastiche stalattiti che si sono formate nel tempo con lo stillicidio delle acque. Un percorso nell’entroterra carsico condurrà alla coperta di caratteristici paesini come Monrupino con la suggestiva rocca e la frazione di Rupingrande con la caratteristica Casa Carsica, una sorta di museo etnografico che raccoglie costumi, attrezzi e mobili rurali.
Da Prosecco a Samatorza, a San Dorligo della Valle: molti sono i piccoli borghi dell’altopiano carsico dall’aspetto caratteristico per le loro case in pietra e le “osmize”, accoglienti trattorie dove poter gustare i vini locali e prodotti tipici.
Fonte: Retecivica Trieste
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati