Risparmiare con gli alimenti biologici

Rientrava nelle nostre abitudini, almeno fino a un paio di anni fa, andare nei negozi di erboristeria e in farmacia ad acquistare tisane, infusi, capsule o compresse, che avessero effetti benefici sulla salute. Questi prodotti erano e sono (anche se oggi molto meno) usati per depurare la pelle o agevolare la circolazione. Da cinque anni a questa parte, però, si è verificato un cambiamento di tendenza dei nostri stili di vita e delle abitudini alimentari, dovuto anche all’aumento delle pubblicità di alimenti funzionali e cibo biologico. Si tratta di prodotti dotati di elevati valori nutritivi e che favoriscono il benessere fisico: con un ventaglio sempre maggiore di scelta di yogurt ai fermenti lattici, per esempio, non abbiamo più avuto la necessità di acquistare integratori per regolarizzare il ciclo intestinale, unendo salute e alimentazione.
Non è un caso se questo nuovo tipo di commercio è nato come conseguenza della crisi. Si pone come una valida soluzione scelta dai consumatori per ridurre gli sprechi, optando allo stesso tempo per prodotti di eccellenza e di alta qualità. Questa svolta è avvenuta perché noi consumatori siamo diventati più esigenti e abbiamo scelto un percorso che ci garantisce di mantenere un buon livello di salute. Ne consegue che nel carrello della spesa sono sempre meno presenti pane, carne,vino, olio d’oliva e piatti pronti, e molto di più gli ortaggi, il latte e i derivati. Le famiglie hanno cambiato le loro abitudini dimostrando una maggiore sobrietà e più attenzione a non sprecare. La tendenza emerge anche dal Barometro della Coop di marzo: secondo l’osservatorio permanente, infatti, i consumatori scelgono meno carne e molta più frutta e verdura, rispettando il ciclo naturale delle stagioni.
I risultati positivi che gli alimenti biologici e funzionali hanno sulla nostra salute sono garantiti. E non solo perché questi prodotti sono sottoposti a una serie di controlli e di verifiche da parte delle autorità di governo e di quelle sanitarie, ma anche perché sono alimenti più sani e senza residui tossici.

Dove possiamo trovare, quindi, i prodotti biologici? Certamente negli agriturismi, nelle aziende agricole, sui banchi dei mercatini e dei negozi bio, che sono presenti in tutte le città, anche nei piccoli centri. Lo yogurt e i formaggi, invece, sono reperibili anche nel banco frigo di qualsiasi supermercato. Le verdure si possono trovare nel reparto della frutta e degli ortaggi della grande distribuzione, ma spesso la scelta è limitata: sempre meglio recarsi nei punti vendita specializzati.
Lo stesso discorso è valido per i prodotti funzionali, che agiscono sulle attività fisiologiche del nostro organismo e ci aiutano a prevenire le malattie, attivano le difese antistress, riducono il rischio dell’alterazione dei valori e ci tutelano in parte dalle allergie. I prodotti funzionali, però, non sono soltanto di tipo alimentare, ma possono essere anche tessili, per esempio i collant che rilasciano elementi tonificanti. I prodotti funzionali sono rispettosi dell’ambiente, tutelano la salute e ci evitano di ricorrere ai medicinali, i cui effetti non sono sempre garantiti benefici. Un miglioramento naturale che si tocca con mano e mostra immediatamente i risultati dell’investimento sulla nostra salute.
Fonte: Vivere in Armonia
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati