Segreti della cucina ligure

Quando si parla della cucina ligure, si pensa subito al famoso pesto, una gustosa salsa a base di basilico, pinoli, aglio, parmigiano, pecorino e olio extravergine di oliva usata per condire le trenette o i ravioli di borragine.
Ma la Liguria è anche terra di vigneti e di uliveti dai cui frutti si ottengono eccellenti oli extra vergine di oliva e ottimi vini tra i quali l’Ormeasco e il Rossese di Dolceacqua, il Vermentino, il Ciliegiolo e la Bianchetta di Genova, l’Albarola e la Pollera Nera della Riviera di Levante e il Pigato di Salea di Alberga.
E naturalmente non possono mancare i piatti di mare: le zuppe di pesce come il ciuppin e la buridda di stoccafisso e le sardine ripiene e fritte. Tra i piatti di carne la cima alla genovese, carne di vitello farcita di erbe e formaggio, o il coniglio stufato con le famose olive taggiasche, i pinoli e il rosmarino. Regina dei ripieni è la torta Pasqualina farcita di erbe, formaggio, uova. Da non dimenticare, infine, la fugassa una focaccia di pane alta e morbida, cosparsa di fettine di cipolla e olio e la sottile “farinata di ceci” cotta nel forno. Tra i dolci tradizionali troviamo il pandolce genovese, gli amaretti e i cubeli, minuti biscotti di pasta frolla.
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati