Dieci ore di sonno per gli sportivi

Dormire è importante. Lo è per la propria salute, sia fisica che mentale, perché è proprio dormendo che ricarichiamo le nostre pile. In più, dormire le giuste ore di sonno o, come un questo caso, un pochino di più, può migliorare le prestazioni sportive.

Sì, per rendersi conto di quanto influisse il riposo notturno sulle performance fisiche, i ricercatori statunitensi dell’Università di Stanford, School of Medicine, hanno condotto uno studio i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica che tratta proprio questi argomenti: SLEEP. I ricercatori hanno così coinvolto 11 giocatori di basket che sono stati invitati a dormire dieci ore a notte per 5-7 settimane. Dopo di che, durante il periodo di follow-up e al termine, sono state misurate le prestazioni atletiche.

Ciò che è emerso lampante era che le performance atletiche erano migliorate. In particolare, ne aveva guadagnato il tempo di corsa negli sprint ed era aumentato del 9% e del 9,2% il numero di tiri a canestro positivi, rispettivamente per i tiri liberi e i tiri da tre punti. Ma le migliorie riguardavano anche le risposte fisiologiche, con un netto miglioramento nell’allenamento e nel gioco, corroborati da una diminuzione dell’affaticamento. «Gli atleti si allenano e giocano le partite con livelli di sonnolenza moderati o alti senza sapere che questo potrebbe influenzare negativamente le prestazioni. I giocatori potrebbero ottimizzare i risultati degli allenamenti e delle gare massimizzando i benefici del sonno», ha sottolineato la dottoressa Cheri Mah, che ha coordinato lo studio. L’esperta, prima di concludere suggerisce di non limitarsi a dormire di più soltanto prima di una prestazione sportiva, ma di concedersi le giuste ore di sonno o, come in questo caso, anche un po’ di più, sempre. Il giusto sonno deve essere una priorità per ogni atleta... e non solo, aggiungiamo noi.

Fonte: Lastampa
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati