Viterbo da scoprire

Tanto verde e incantevoli paesini medievali caratterizzano la Tuscia e il suo capoluogo. Un’oasi per la buona tavola e il relax, tra eredità etrusche e la via Francigena, dove i ritmi di vita sono scanditi dalla natura e da antiche usanze contadine, dai monti fino al mare.

Situata tra i confini meridionali della Maremma Toscana e Roma, Viterbo e l’Alto Lazio sono caratterizzati da un paesaggio di origine vulcanica, con i laghi di Bolsena e di Vico, formatisi su antichi crateri ormai spenti. Pianeggiante a nord, il territorio si fa via via più collinare fino al monte Cimino, per ridiscendere verso il Tevere. Gli alberi di faggio punteggiano le zone più elevate, mentre querce secolari e castagni popolano le quote più basse.

Il litorale è sabbioso e la macchia mediterranea, caratterizzano la zona della costa con un mare cristallino. Tra le località della costa, Tarquinia Lido offre al turista limpide acque in cui bagnarsi, un vasto panorama dalla sommità del colle di Tarquinia Alta e la presenza di una necropoli etrusca con circa 200 sepolcri nei quali sono conservati dipinti che rappresentano il più cospicuo nucleo pittorico di arte etrusca giunto a noi. Il sito archeologico è stato inserito dall’UNESCO nell’elenco dei luoghi considerati Patrimonio dell’Umanità. Molti reperti archeologici rinvenuti negli scavi sono presenti nel Museo Archeologico Nazionale presso Palazzo Vitelleschi, considerato tra i più importanti musei d’Italia dedicato agli Etruschi.

Fonte: Italia
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati