Musicoterapia

La musicoterapia, se associata anche a tecniche visuali di relax può ridurre significativamente i sintomi legati alla fibromialgia come dolore, depressione, ansia e difficoltà nel dormire. Ma, è chiaro che se funziona per questo tipo di pazienti può funzionare anche per chi ha altri problemi minori, come stress, dolori vari e, naturalmente, anche ansia.

Lo studio sperimentale è uno dei primi a essere stato condotto in Europa, combinando le due tecniche: la musicoterapia e la visualizzazione in relax. Queste due pratiche insieme hanno dimostrato di rafforzare il benessere personale dei pazienti con fibromialgia e migliorare la qualità della loro vita. I ricercatori spagnoli dell’Università di Granada fanno notare che questa patologia richiede un approccio multidisciplinare che coinvolge non solo i medici ma anche fisioterapisti, dottori in scienze motorie, psicologi e altri operatori sanitari. La possibilità quindi di insegnare ai pazienti una sorta di auto-terapia che possono fare a casa propria permette di risparmiare risorse e denaro.

Alla fine dello studio, nonostante i buoni risultati, i ricercatori hanno dichiarato che «ulteriori ricerche empiriche sono necessarie per affrontare altre variabili fisiologiche associate con il benessere generato da queste due tecniche, così come l’analisi dell’auto-efficienza e il potere personale dei pazienti che partecipano al proprio trattamento». Ancora una volta, la musicoteapia può mostrare qualità che possono essere d'aiuto in diverse situazioni.

Fonte: la stampa.it
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati