Carciofo: virtù senza vizi

Poche calorie, molte fibre e moltissimi principi attivi ottimi per l’organismo. E’ talmente un toccasana per il nostro corpo che alcuni recenti studi lo indicano alla stregua di un medicinale (anti-ipertensione e anti-tumorale). E allora, forse conviene conoscerlo meglio il carciofo, vero nome cynaria scolymus. Si tratta di un ortaggio di origine mediterranea, prodotto sopratutto in Italia, Francia e Spagna, derivato dal cardo (Cardo Cardunculus). In Italia, è coltivato soprattutto in Sardegna. Quando è molto fresco, proprio come i fiori, può essere conservato in un vaso con dell’acqua. Periodo ideale per la coltivazione, il mese di giugno. Periodo di raccolta, invece, da novembre ad aprile.

Per essere consumato al meglio dev’essere curato: togliere la parte del gambo dura e legnosa, eliminare le foglie esterne anch’esse troppo dure, tagliare in modo netto la parte finale del carciofo, eliminare le spine interne, spezzettare in più parti. Fatto? Ok, ora iniziate a gustarlo crudo. Mette un po’ di limone e, volendo, un filo d’olio extra vergine. In questo modo trattenete tutte le proprietà organolettiche del vostro carciofo. Altrimenti, passatelo ai fornelli, le buone ricette non mancano (alla romana alla giudea, lessi, fritti).

Veniamo ai principi attivi contenuti nel carciofo. Hanno pochissime calorie (solo 22 ogni 100 gr) e contengono molte fibre, oltre ad una buona quantità di calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio. Queste qualità del carciofo lo rendono un alimento in grado di produrre effetti diuretici, di contrastare il colesterolo e l’ipertensione. Inoltre i carciofi stimolano il fegato e contribuiscono alla purificazione del sangue e a dissolvere i calcoli. Per avere un reale beneficio, si stima necessario un consumo di 300 gr. al giorno, per qualche giorno. Uno studio pubblicato su Nutrition and Cancer evidenzia la funzione positiva dei polifenoli presenti nel carciofo nel contrastare l’azione ossidante dei radicali liberi interferendo anche con i processi molecolari tipici del tumore. Perciò si continuano a mettere sotto osservazione le capacità protettive delle sostanze del carciofo per quanto riguarda le patologie tumorali.

Fonte: Alessio Maurizi - I Like Italy
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati