Un giro in Tuscia

Tuscia. Così si chiamava l'Etruria alla fine del dominio etrusco. La zona comprendeva inizialmente un territorio assai vasto tra Toscana, Lazio e Umbria, oggi circoscrivibile nella zona del Lazio settentrionale ai confini con la bassa Toscana e l’Umbria occidentale. Terra collinare e a vocazione agricola, la Tuscia possiede un ricco patrimonio storico che spazia dall’epoca etrusca fino al Medioevo e che può essere scoperto visitando i suoi borghi e le sue città.
Ciò che rende questo territorio unico nel suo genere è la particolare armonia tra natura e costruzioni umane: il verde della vegetazione e dei campi coltivati a vite, cereali, frutta e dedicati ai pascoli si mischia con il marrone giallastro delle rocce di tufo che ritroviamo sia sui dorsi delle colline, sia come base delle costruzione medievali e infine come pietra tipica per le facciate di palazzi e chiese. Il territorio è reso fertile e vitale anche da una forte presenza dell’acqua visibile nelle numerose sorgenti termali (Saturnia, Nepi, Viterbo) e nei laghi balneabili d’origine vulcanica (Bracciano e Bolsena).

Viterbo, capitale della Tuscia è uno dei centri medievali meglio conservati d’Italia. Montefiascone con la sua caratteristica cupola offre dalla Rocca dei Papi una vista mozzafiato al tramonto sul lago di Bolsena. La cittadina costiera dà il suo nome anche la lago che, con la sua sorgente interna, è tra i più puliti d’Italia e offre due isole visitabili. Bomarzo, con il suo Parco dei mostri nel palazzo Orsini del Cinquecento è unicum assolutamente orginale.
Così come Villa Lante a Bagnaia (VT) è un esempio mirabile di giardino all’italiana. A Tuscania è possibile vistare le necropoli etrusche e godere dell’effetto scenografico delle piccole chiese di San Pietro e di Santa Maria Maggiore. Un giro nella Tuscia non deve trascurare l’aspetto dello stile di vita e della tradizione enogastronomica. I prodotti tipici della zona sono l’olio d’oliva, gli insaccati di maiale, i formaggi di pecora, il vino bianco est! est!! est!!!.

Fonte: Alessio Maurizi - I Like Italy
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati