Non Chiamatela Solo Snack! Le Proprietà Nutritive della Frutta Secca

La frutta secca, troppo spesso demonizzata dai regimi dietetici ipocalorici per il suo elevato apporto energetico, costituisce, in realtà, un alimento importante da includere nell’alimentazione. La frutta secca si divide in quella a guscio e in quella polposa ma disidratata. Entrambi i tipi sono poveri di acqua e possono, pertanto, essere conservati a lungo e consumata anche fuori stagione.

La frutta disidratata, come prugne, uvetta, fichi, datteri, ha subito un processo di essiccazione, attraverso il quale ha perso il contenuto d’acqua di cui era in buona parte composta. Una volta essiccata, la frutta costituisce un vero e proprio concentrato di vitamine e minerali.

La frutta oleaginosa, invece, comprende frutti come mandorle, noci, nocciole, arachidi, anacardi, e rappresenta una preziosa fonte di proteine e di minerali e oligoelementi, quali calcio, ferro, potassio, fosforo, magnesio e zinco. Essa apporta circa il doppio di calorie rispetto a quella secca, superando mediamente le 600 calorie per 100 gr di prodotto. Consumata con moderazione, è un’eccellente fonte di vitamine, acido folico, beta carotene, fibre, sostanze antiossidanti e fitochimiche. Inoltre, contiene grassi insaturi e polinsaturi, che hanno un’azione protettiva per l’organismo impedendo l’innalzamento del livello di colesterolo nel sangue.

Non solo: la frutta secca in generale è anche particolarmente ricca di calcio e, pertanto, molto utile nella calcificazione delle ossa. Per questo motivo, essa è consigliata alle donne in menopausa e in gravidanza. Inoltre, ha proprietà ricostituenti e antisettiche. La speciale composizione di proteine, sali minerali, vitamine e grassi ne fa un sano e saporito antidepressivo naturale.

Piccola e facile da trasportare anche in tasca, quindi, la frutta secca rappresenta un'ottima alternativa a merendine confezionate e snack al cioccolato, che spesso contengono troppi conservanti e ingredienti meno digeribili (come burro e grasso animale). La soluzione migliore per mediare fra il potere calorico e il suo benefico contenuto nutritivo, è consumare la frutta secca durante la prima colazione, quando il metabolismo è più rapido e capace di bruciare energia, oppure come snack pomeridiano. È preferibile, invece, evitare di sgranocchiarla subito dopo i pasti, per non sovraccaricare l’organismo.
Occasionalmente, essa può essere anche utilizzata per preparare ricette gustose, come un’insalata di stagione, una macedonia o un dessert.

Le proteine della frutta secca – circa il 12% per ogni 100 grammi di alimento – pur non essendo nobili come quelle della carne o del pesce, sono pur sempre importanti e rendono la frutta secca a guscio un alimento ideale in un regime dietetico vegetariano.

Ecco le proprietà di alcuni di questi frutti prelibati:

*Mandorle: sono molto nutrienti, ricche di proteine, acidi grassi essenziali, vitamine (soprattutto la B2 e la E) e numerosi sali minerali (manganese, magnesio, calcio, rame, fosforo). Sono antiansia, migliorano l’umore, aiutano la concentrazione. Inoltre, se consumate regolarmente, danno un contributo contro l’anemia. Un ettogrammo di mandorle apporta circa 550 calorie. Le mandorle sono anche impiegate per usi estetici grazie all’olio di cui sono ricche, ottimo per combattere la secchezza della pelle e dei capelli.
*Anacardi: contengono un’alta percentuale di grassi monoinsaturi, acido folico, vitamine B1 e B2, selenio, e steroli vegetali. Sono in grado di contrastare il colesterolo cattivo e di fungere da antidepressivi.
*Pistacchio: Ricco di vitamina A, vitamine del gruppo B, proteine e omega 6, il pistacchio può essere d’aiuto nel contrastare l’artrite, il diabete, la sclerosi multipla e ad abbassare il colesterolo. D’aiuto anche contro le affezioni della pelle e ottimo energetico, adatto per sportivi e bambini in crescita. Controindicato per chi soffre di gastrite, colite, ulcere e malattie del fegato. 100 grammi di pistacchi sgusciati apportano circa 600 calorie.
*Noci: contengono vitamina E, acido folico e magnesio. Hanno proprietà antiffiammatorie e disinfettanti. Regolano i livelli ematici di zucchero. Proteggono la salute del cuore. Sono una delle rare fonti di acido linolenico, un acido grasso essenziale appartenente alla famiglia degli omega 3. Un ettogrammo di noci sgusciate fornisce circa 580 calorie.
*Pinoli: contengono provitamina A, proteine, fibre, amidi, Vitamina E e sali minerali (lipidi, forforo, calcio, potassio, zinco). Sono consigliati per aumentare l’energia fisica e mentale, sono quindi particolarmente indicati per gli sportivi, gli studenti e le persone soggette a stanchezza e debolezza. 100 grammi di pinoli sgusciati danno 600 calorie.
*Arachidi: contengono arginina (aminoacido fondamentale per la crescita), vitamina E e sali minerali (zinco, magnesio, potassio, fosforo, manganese e rame). Sono una buona fonte di polifenoli. 100 grammi di arachidi sgusciate apportano 570 calorie.

Marzia Vaccaro I Like Italy
Segnala una news

Related Posts / Articoli correlati